citazioni

Ci sono infiniti modi per raccontare una stessa cosa. Saper scegliere il migliore è ciò che fa di uno scrittore un bravo scrittore. Il lettore non si nutre solo di storie, di accadimenti. Si nutre di parole, di suoni, di combinazioni che a volte lo colpiscono al punto di ricordarle per sempre

martedì 3 marzo 2009

Dance dance dance

Verso l'alba, mentre guardavo da solo la luna, pensai: Prima o poi incontrerò da qualche parte una donna, ci sentiremo spinti l'uno verso l'altra come due pianeti nello spazio. Poi aspetteremo inutilmente un miracolo, passeremo del tempo insieme, ci consumeremo dentro, e ci separeremo.
Fino a quando continuerà così?

Ricevetti una lettera anche dalla mia ex moglie. Era piena di questioni pratiche. Anche il tono generale era estremamente pratico. Ma alla fine c'era scritto: "Ho deciso di risposarmi con una persona che non conosci [...] "Di te non mi preoccupo, - continuava la lettera. - Sei uno che se la caverà sempre, qualunque cosa faccia. Mi preoccupo per tutte quelle che avranno a che fare con te. Ultimamente, chissà perché ci penso spesso e provo una gran pena per loro."

Haruki Murakami, Dance dance dance (trad. Giorgio Amitrano)

Siamo vent'anni indietro nel tempo, dall'altra parte del pianeta (Giappone) e incontro un personaggio che mi pare di conoscere da sempre. E' la magia della scrittura e Murakami, di cui leggerò ancora, è davvero un ottimo mago.

Etichette:

1 Commenti:

Anonymous Anonimo ha detto...

Quando mi chiedono qual è il mio libro preferito, rispondo "Dance dance dance".
E' una questione emotiva: la mia ricettività ha vibrato dall'inizio alla fine.

Mariagiovanna

19 maggio 2009 09:05  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Quotes Home Page





Letti di recente: